"io sono qui per continuare ad imparare"

Una frase, un ringraziamento, un pensiero, una poesia, una nota citazione, una preghiera, una testimonianza che trattano i temi fondamentali della vita (che chiamerò "riflessioni") possono, qualche volta, tracciare un solco positivo nel cuore e in alcuni casi diventare motivo di stimolo, speranza, conforto, sostegno. Se alle mie "riflessioni" aggiungerete le vostre, condivideremo anche con altri qualche prezioso suggerimento, come meditazione sulla realtà del vivere quotidiano.


mailto:g.enrica.g@gmail.com
http://www.youtube.com/enricasignorag
http://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra



giovedì 23 aprile 2015

Bellezza della natura

La bellezza non è una qualità delle cose stesse: essa esiste soltanto nella mente che le contempla, e ogni mente percepisce una diversa bellezza.
-David Hume-

(Pecteilis Radiata è una specie di orchidea che assomiglia ad una colomba reperibile in Cina, Giappone, Corea e Russia).

Una domanda che può cambiare la vita



Per quanto ti fermi?
Preparo la vita 
o preparo il caffè?

(Eugenio Zampetti)

L'amore si nutre d'amore


Bisognerebbe innamorarsi ogni giorno e perdutamente come fosse la prima volta e come fosse l’ultima ma sempre della stessa persona. L’amore si nutre d’amore nasce e muore solo e sempre per se stesso.
(A. Mori)

mercoledì 22 aprile 2015

C'è sempre una soluzione...


Difficile rendersi conto che a volte la soluzione è lì vicina ma , rimaniamo legati alle nostre convinzioni e convenzioni, quasi che il cambiamento sia, certamente , una pericolosa alternativa. Senza renderci conto che pericoloso è lasciar andare il tempo che non tornerà 
A. Paleari

martedì 21 aprile 2015

Apriamo la finestra


Ogni mattina apriamo le finestre 
della nostra mente, 
come facciamo con quelle di casa: 
dare ossigeno ai pensieri 
è importante 
quanto darlo ai polmoni.
Antonio Curnetta

Veramente vivi

Forse i momenti 
in cui siamo veramente vivi 
sono gli attimi 
in cui si spezza il respiro 
e sentiamo 
come l’incalzare di un contrabbasso, 
i nostri battiti rimbombare 
dal torace fino alla gola. 
(V. Stile)

venerdì 17 aprile 2015

In la danza...

I tò pass, i tò moviment, in la danza
gh'han l'eleganza d'ona farfalla, Ciccetti.
Arenta a tì chi chi inscì a fà el casché,
me par de tornà indree car el mè missée.
Marco Brambilla 

La timidezza

“La timidezza è una condizione strana dell'anima, una categoria, una dimensione che si apre alla solitudine. È anche una sofferenza inseparabile, come se si avessero due epidermidi, e la seconda pelle interiore s'irritasse e contraesse di fronte alla vita. Fra le compagini umane, questa qualità o questo difetto fa parte di un insieme che costituisce nel tempo l'immortalità dell'essere.”
Pablo Neruda


La timidezza è solo l’effetto collaterale di un dono prezioso che va apprezzato e protetto: la sensibilità.

sabato 11 aprile 2015

Gh'emm la Madunina


Dal Dialetto milanese...
Se quei de Roma g'hann el cupolon
nùn gh'emm la Madunina e vemm benon,
nùn vemm benon chè ogni nost affari
la ne proteg, standa là per ari.
e l'è per quest che ogni milanes
la Madonnina la ved d'ogni paes.
portèl dove vorì, lu'l se ostina
da ogni sit el ved la sua Madunina.
El va in montagna, anca col temp scur
el dis che la veduda e l'è sicur.
El va in bassa, magari vers Cremona,
a "occhio nudo" el ved la sua Madona.
Basta ch'el sappia la giusta direziun,
dove se troeuva 'l so bel Milanun
poeu basta un sgrizz, un ragg de sul in travers
de fagh cambià idea gh'è minga vers.
A l'è un miracol? o inn dumà pretes?
A l'è che per capila g'ha voeur vess milaness
El noster Senatur Ettore Calvi quand l'era sottosegretario el pasava tant temp a Roma, l'è per quest, per sofegà el magon, che gh'è vegnù in ment de scriv una bela poesia tant per ricordaa Milan
Ovvero...
LA NOSTRA MADONNINA
Se quelli di Roma hanno il cupolone
noi abbiamo la Madonnina e andiamo benone
noi andiamo benone che ogni nostro affare
lei lo protegge stando la per aria.
E per questo che ogni milanese
la Madonnina la vede da ogni paese.
Portatelo dove volete, lui si ostina
da ogni posto lui vede la Madonnina.
Se va in montagna, anche col tempo scuro
dice che l'ha vista ed è sicuro.
Se va in bassa, magari verso Cremona
a "occhio nudo" lui vede la sua Madonna.
Basta che sappia la giusta direzione,
dove si trova "il suo bel Milanone"
poi basta un guizzo, un raggio di sole di traverso
di fargli cambiare idea non c'è verso.
Ma è un miracolo? o son solo pretese?
E' che per capirla bisogna essere milanese!

venerdì 10 aprile 2015

Se il Paradiso è questo...


Non chiedere al buon Dio la via per il Paradiso! Ti indicherà quella più difficile.
(Stanislaw Lec)

A questa citazione sarà possibile dare una risposta esauriente solo quando saremo al cospetto di Dio. Per quello che da essere umano limitato posso credere mi convinco che il paradiso non sia né un luogo, né un qualcosa circoscritto nel tempo. Il paradiso è una condizione beatifica, nel senso che la sola visione di Dio è pienamente appagante e le anime che vi si trovano è come se si conoscessero da sempre. Ora per noi è anche difficile comprendere il significato della parola "eternità", in quella condizione non avremo più bisogno di giorni, mesi, anni o millenni, perché il tempo non esiste più.
Se l'effetto di Dio è questo, se il Paradiso è questo, allora chi muove l'universo non può che essere "amore", cioè un creatore che infine soddisfa l'attesa di felicità che è nell'uomo e che sulla Terra è invece ancora e solo adombrata (vive nella battaglia del male e della contraddizione).

(diverse fonti web)